menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Sono l'avvocato di suo figlio», ancora una tentata truffa a Marassi

È successo in via Bobbio, vittima una pensionata di 72 anni che ha ricevuto la "classica" chiamata in cui si chiedevano soldi per aiutare un parente

«Sono l'avvocato di suo figlio, ha avuto un incidente e ha bisogno di soldi»: la scusa del parente nei guai è stata ancora una volta al centro di una truffa ai danni di una pensionata, andata a vuoto soltanto per una questione di tempismo. Quando la donna è arrivata sul luogo dell'incontro con i soldi, infatti, non ha trovato nessuno e si è insospettita.

La donna, residente in via Bobbio, è stata contattata al telefono venerdì pomeriggio: all'altro capo del filo un uomo che si è presentato come il legale del figlio e, riferendo di un fantomatico incidente, ha chiesto 900 euro per la cauzione, in pieno stile film americano, chiedendo di portare il denaro a un incaricato che l'avrebbe aspettata davanti a un'agenzia di money transfer.

La pensionata, spaventata, si è subito data da fare per recuperare i soldi e poi è uscita di casa per andare all'appuntamento, ma una volta arrivata non ha trovato né l'agenzia né l'uomo che avrebbe dovuto aspettarla. Si è quindi insospettita, è tornata a casa e ha contattato il figlio, avendo conferma che era stata vittima di una truffa. Ha quindi avvisato i carabinieri, che indagano sull'ennesimo tentativo di raggiro registrato in città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bolzaneto, brucia un capannone: aria irrespirabile in Valpolcevera

  • Incidenti stradali

    Tris d'incidenti fra autostrada e città, coda e tre persone ferite

  • Coronavirus

    Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

  • Cronaca

    Una panchina rossa per ricordare Clara, vittima di femminicidio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento