rotate-mobile
Cronaca

Inchiesta corruzione: Roberto Spinelli disse che i finanziamenti richiesti da Toti "erano leciti"

La dichiarazione di Spinelli jr. era stata trascritta in modo erroneo nei verbali dell'interrogatorio in cui parlava di finanziamenti "illeciti"

Si è risolto il "giallo" della frase pronunciata da Roberto Spinelli - figlio di Aldo - nel corso dell'interrogatorio di garanzia nell'ambito della maxi inchiesta sulla corruzione in Liguria. I finanziamenti di Toti, per Spinelli, erano "leciti".

Finanziamenti "leciti" o "illeciti", la procura darà un parere sull'audio dell'interrogatorio di Roberto Spinelli

Facciamo un passo indietro: nel merito dell'interrogatorio l'imprenditore sembrava avesse definito "illeciti" i finanziamenti richiesti da Giovanni Toti. Almeno secondo quanto risultava a verbale.

Gli avvocati di Spinelli jr, Andrea Vernazza e Sandro Vaccaro, avevano però subito inviato una pec in procura sostenendo che la dichiarazione fosse stata trascritta in modo erroneo, perché Spinelli aveva invece parlato di finanziamenti "leciti".

La registrazione dell'interrogatorio è stata infine riascoltata e tutti i presenti hanno convenuto che Roberto Spinelli abbia in realtà detto "leciti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta corruzione: Roberto Spinelli disse che i finanziamenti richiesti da Toti "erano leciti"

GenovaToday è in caricamento