rotate-mobile
Cronaca

Veicoli abbandonati in strada, Tursi: «Nel 2017 più rimozioni e multe»

L'interrogazione in consiglio Comunale. Per l'assessore Garassino la maggiore difficoltà riguarda i tempi burocratici legati ai ricorsi

Il tema delle auto e di altri veicoli abbandonati per settimane, mesi e in certi casi per anni in strada è approdato martedì in consiglio Comunale con un’interrogazione rivolta all’assessore alla Legalità, Stefano Garassino.

A sollevare la questione, con particolare riferimento alle carcasse che spesso diventano ricettacolo di sporcizia, topi e degrado, è stato il consigliere Franco De Benedictis (Noi con l’Italia), che ha chiesto a Garassino qual è l’iter da seguire per la rimozione.

«Nel corso del 2017 è stato svolto un massiccio lavoro di rimozione delle carcasse e sono state elevate numerose contravvenzioni, ha confermato l’assessore leghista alla Legalità, spiegando però che «nel caso di veicoli con targa, le operazioni di rimozione si allungano fino a sette mesi a causa dell’attesa di notifica dei verbali per i ricorsi; sui relitti immatricolati all’estero, i tempi burocratici sono ancora più lunghi». 

Spesso i veicoli abbandonati lungo la strada sono privi di assicurazione o posti sotto sequestro giudiziario. I cittadini possono segnalarne la presenza presentando un esposto scritto al Comando Polizia Municipale di via di Francia o inviando una mail (pmsegnalazionerelitti@comune.genova.it), indicandone l’ubicazione e inviando se possibile foto che ritraggano anche la targa. Nel caso in cui i veicoli abbandonati sorgano su un’area privata, la segnalazione va invece fatta al Settore Ambiente - Ufficio Rifiuti di via di Francia, con un esposto o una mail (ambiente@comune.genova.it).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veicoli abbandonati in strada, Tursi: «Nel 2017 più rimozioni e multe»

GenovaToday è in caricamento