rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Via Germano Jori

«La pazienza è finita», lunedì 8 ottobre la Valpolcevera scende in piazza

I residenti della vallata hanno organizzato una manifestazione e un corteo diretto verso Regione e Prefettura per chiedere provvedimenti concreti contro una situazione diventata ormai insostenibile

Lo avevano anticipato nel pieno della polemica sull’approvazione del contestato decreto Genova , e adesso c’è una data ufficiale: lunedì 8 ottobre la Valpolcevera scende in piazza per manifestare contro una serie di provvedimenti ritenuti adeguati per salvare un’intera zona dall’isolamento, commerciale e sociale, e per chiedere risposte concrete per gestire una situazione che con il passare delle settimane si fa sempre più difficile.

L’appuntamento è per le 9 di lunedì 8 ottobre, quando un corteo partirà da piazza Caricamento per dirigersi verso il palazzo della Regione e della Prefettura. Al centro della protesta, ovviamente, i provvedimenti adottati in seguito al crollo di ponte Morandi, la difficile situazione dei residenti della Valpolcevera e anche di quelli di Certosa. Che non protestano soltanto per il traffico, ma anche per la rapida desertificazione e il calo degli affari legato alla zona rossa e alla chiusura di strade considerate vitali per la viabilità e per il commercio.

“Oltre il ponte c’è la Valpolcevera che manifesta”, è lo slogan della manifestazione, i cui organizzatori chiedono in primis «l’apertura di strade di sponda per la sopravvivenza di residenti e commercianti, la difesa dei posti di lavoro contro un decreto che non considera le piccole e grandi imprese della vallata, e la tutela del diritto alla salute potenziando i servizi sanitari».

«Una comunità intrappolata, anch’essa sequestrata, perennemente in coda e nel traffico per raggiungere scuole, luoghi di lavoro e ospedali - si legge sulla pagina Facebook Oltre il Ponte, creata proprio per dare voce ai residenti della Valpolcevera - 70mila abitanti costretti a vivere un presente da incubo e un futuro di incertezza e povertà con quartieri che rischiano di perdere il loro tessuto commerciale e la loro identità. Abbiamo aspettato troppo, la pazienza è finita».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La pazienza è finita», lunedì 8 ottobre la Valpolcevera scende in piazza

GenovaToday è in caricamento