Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Centro / Via XX Settembre

Saccheggia la Upim, arrestato grazie a una dipendente "detective"

Una dipendente del grande magazzino ha visto due ladri uscire con il bottino senza passare dalle casse e li ha seguiti chiamando la Polizia locale senza mai perderli di vista e indicando agli agenti che i due si erano appartati dietro alcune siepi: uno è stato arrestato, il complice è scappato

La Polizia locale del nucleo Reati predatori del 1º distretto, quello del centro, ha arrestato un ventitreenne che, insieme a un complice, aveva saccheggiato la Upim di via XX Settembre.

Una dipendente del grande magazzino li ha visti uscire con il bottino senza passare dalle casse dopo essersi sincerati che i capi non fossero dotati di allarme antifurto e li ha seguiti, chiamando la Polizia locale senza mai perderli di vista e indicando agli agenti che i due si erano appartati dietro alcune siepi, in un'aiuola di piazza della Vittoria, e lì stavano meticolosamente rimuovendo tutte le etichette dai 17 capi trafugati del valore complessivo di 333,83 euro.

All'arrivo degli agenti, uno dei due è riuscito a scappare mentre l'altro è stato bloccato dal personale del nucleo Reati predatori. Il ragazzo, un cittadino marocchino senza fissa dimora, pregiudicato per reati specifici e irregolarmente presente sul territorio nazionale oltre che già oggetto di un ordine di allontanamento dalla città del Questore, ha opposto resistenza aggredendo gli operatori di Polizia locale per tentare di fuggire. È stato arrestato per rapina impropria e portato nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saccheggia la Upim, arrestato grazie a una dipendente "detective"

GenovaToday è in caricamento