menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Resta senza lavoro, ex dipendente di Amiu si incatena alle grate di Tursi

E' iniziata alle prime luci dell'alba la protesta di Daniele Alloisio, per anni impiegato nel settore bonifiche della municipalizzata del Comune e licenziato oltre un anno e mezzo fa

Si è incatenato alle grate di una delle finestre di via Garibaldi, a pochi passi dall’entrata di Palazzo Tursi, per protestare contro la perdita del lavoro e chiedere un aiuto concreto da parte delle istituzioni: un gesto estremo, disperato, quello di Daniele Alloisio, che stamattina alle prime luci dell’alba ha deciso di manifestare proprio sotto la sede del Comune per denunciare la difficile situazione che sta vivendo.

Nei volantini distribuiti ai passanti Alloisio, 48 anni, ha spiegato di essere un ex dipendente di Amiu Bonifiche licenziato circa un anno e mezzo fa, e di essersi rivolto al tribunale del Lavoro insieme con altri colleghi per ottenere il reintegro. La sua richiesta sarebbe però stata respinta a causa di un vizio di forma nella presentazione del ricorso, così come quella di altre due dipendenti, e a oggi Alloisio si ritrova disoccupato e senza alcuna speranza di riottenere un posto di lavoro.

«Sono qui per denunciare l’incapacità politica del sindaco Doria e della sua giunta. Ho lavorato per già di 4 anni in Amiu Bonifiche come addetto al diserbo cittadino, con svariati contratti a tempo determinato. Insieme ad altri colleghi ho quindi deciso di chiedere la regolarizzazione del contratto, e per tutta risposta Amiu ha immediatamente sospeso il mio rapporto di lavoro lasciandomi nell’incubo della disoccupazione. Ho chiesto aiuto al sindaco Doria e agli assessori competenti affinché intervenissero con l’azienda, ma non si sono dimostrati all’altezza», si legge in uno dei volantini distribuiti dal 48enne, che ha promesso che «resterò qui sino a quando non riuscirò a ottenere un lavoro a tempo indeterminato, di qualsiasi tipo sia. E’ tutto ciò che chiedo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento