menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, mense e farmacie in corteo: presidio a Tursi

Centinaia di lavoratori si sono dati appuntamento in mattinata per una manifestazione indetta dai sindacati e finalizzata a chiedere il rinnovo dei contratti nazionali e garanzie sul futuro occupazionale e sul salario

Mattinata di agitazione per i lavoratori dei settori del turismo, della ristorazione, dei servizi e farmaceutico, che oggi si sono dati appuntamento per una manifestazione e un corteo che da Palazzo Tursi, sede del Comune, si è diretto verso la Prefettura. E proprio in via Garibaldi i partecipanti hanno dato via a un presidio di protesta, terminato quando una ristretta delegazione è stata ricevuta dall'assessore Pino Boero.

Centinaia i lavoratori che hanno aderito alla manifestazione indetta dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, una folla che comprende baristi, camerieri, cuochi, ma anche receptionist, dipendenti delle agenzie di viaggio e tour operator, farmacisti e addetti mensa, tutti riuniti con bandiere, striscioni e fischietti per chiedere il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro, bloccati ormai da tre anni, e un adeguamento delle norme che garantisca tutele e aumenti salariali adeguati: «Le lavoratrici e i lavoratori di turismo, mense, terme, multiservizi, farmacie incrociano le braccia - hanno fatto sapere i sindacati - per ottenere norme che valorizzino la loro professionalità, garanzie occupazionali e certezze sui cambi di appalto per un lavoro duraturo e dignitoso».

La protesta ha preso il via alle 9, causando qualche disagio al traffico in zona Corvetto e Annunziata intorno alle 10,30 per il passaggio del corteo.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento