Raccolte fondi in divisa, la Croce Bianca Genovese: «Non le effettuiamo mai porta a porta o in strada, occhio alle truffe»

La Croce Bianca Genovese: «Non effettuiamo raccolte fondi porta a porta o in strada, se non nel corso di eventi specifici, all'interno di stand riconoscibili con il nostro logo»

Si aggiravano per le strade di Genova mercoledì 19 febbraio, indossando una divisa, e chiedendo fondi ai passanti per la Croce Bianca Genovese. Ma non erano veri volontari.

A riferirlo è la stessa pubblica assistenza, invitando la popolazione a diffidare delle raccolte fondi porta a porta o in strada. Tutto inizia quando numerosi cittadini informano la Croce Bianca della presenza di sedicenti volontari in zona Foce-Albaro. Gli uomini indossano una divisa simile a quella in dotazione al servizio di emergenza sanitaria, e chiedono soldi.

«La Croce Bianca Genovese non effettua raccolte fondi porta a porta o in strada - viene specificato in una nota - se non nel corso di eventi specifici e durante le assistenze sanitarie, all'interno di stand riconoscibili dalle insegne associative e dal logo sociale in epigrafe, indossando la divisa sociale recante il logo e le informazioni utili a identificare la stessa Pubblica Assistenza».

Ma come fa una persona a riconoscere i veri volontari? «Invitiamo la cittadinanza a verificare attentamente le diciture indossate da tali sedicenti volontari, a richiedere sempre informazioni circa l'effettiva associazione di provenienza e ad esigere una ricevuta per le eventuali somme donate».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E comunque, in caso di indecisione, a chiamare il 112 non si sbaglia mai: «Ricordiamo che in caso di dubbi sull'autenticità delle divise indossate, sulla qualifica dei questuanti o sulla destinazione delle offerte, è a disposizione il numero unico 112 o il pronto intervento della Polizia Locale al numero 0105570».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Lite fra vicini di casa degenera, due feriti

  • 'Boom' di accessi ai pronto soccorso, ambulanze ferme al Galliera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento