menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme truffe agli anziani, parte la "task force" per prevenirle

Dai messaggi sulle bottiglie del latte alla distribuzione di volantini in parrocchia, passando per i pannelli affissi sui bus, le istituzioni e le forze dell'ordine scendono in campo per prevenire i raggiri ai danni della fascia più debole

Una preoccupante escalation che ha spinto le istituzioni a correre ai ripari e istituire una vera e propria “task force” che coinvolge Polizia, Carabinieri, Prefettura, Comune, Asl e Municipi: dal 2014 a oggi le truffe ai danni di anziani sono aumentate del 30%, un dato allarmante verso cui è necessario «prendere provvedimenti concreti», come ha sottolineato il prefetto Fiamma Spena questa mattina durante la presentazione di una nuova campagna di prevenzione.

«Uniamo le forze contro le truffe», questo lo slogan dell’iniziativa, vede scendere in campo oltre alle istituzioni anche la Comunità di Sant’Egidio, Amt e Centrale Latte Rapallo, che hanno unito le forze per prevenire un reato «che approfitta della buona fede delle fasce più deboli»: dalla distribuzione dei volantini in parrocchia ai pannelli affissi sugli autobus passando per gli avvisi sulle confezioni del latte, lo scopo è cercare di mettere in guardia non soltanto gli anziani, ma anche tutti coloro che possono contribuire a prevenire truffe e raggiri.

Presenti questa mattina alla sigla del patto l’assessore comunale alla Legalità, Elena Fiorini, e la collega ai Trasporti e alle Municipalizzate Anna Maria Dagnino, i presidenti dei municipi, rappresentanti della Curia, dei sindacati e della Latte Tigullio, oltre al prefetto e al questore Vincenzo Montemagno, che ha sollecitato i cittadini a segnalare alle autorità ogni comportamento sospetto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento