menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe e furti seriali agli anziani, sgominata banda

Gli agenti della Squadra Mobile e del commissariato di Chiavari hanno arrestato due uomini di 28 e 48 anni e una donna di 51 che la scorsa estate hanno preso di mira pensionate ultraottantenni

Finisce in manette una banda di truffatori seriali specializzati in colpi ai danni di anziani, sopratutto nel Levante ligure: la Squadra Mobile di Genova insieme con gli agenti del commissariato di Chiavari hanno arrestato due uomini di 28 e 48 anni e una donna di 51, tutti italiani, per due furti e una rapina messi a segno ai danni di pensionate ultraottantenni residenti a Chiavari.

I fatti risalgono alla scorsa estate: in due casi, la banda aveva “agganciato” le vittime nell’androne del loro palazzo, riuscendo a introdursi negli appartamenti con le scuse più diverse. Al 48enne era affidato il compito di distrarle, mentre la donna, chiedendo di andare in bagno, entrava nelle stanza incustodite portando via gioielli e contanti. Il complice più giovane attendeva fuori dal palazzo facendo da palo e tenendo pronta l’auto per la fuga. 

Nell’ultimo caso, invece, quello più violento, la coppia si era introdotto nel palazzo, aveva aspettato che la vittima raggiungesse  il pianerottolo davanti all’ingresso dell’appartamento e a quel punto la donna l’aveva minacciata ordinandole di aprire la porta. La pensionata, spaventata e colta di sorpresa, aveva ubbidito, e sotto minaccia aveva consegnato ai suoi aguzzini i contanti e i gioielli presenti in casa osservandoli poi fuggire con le solite modalità.

VIDEO | 'Non siete soli #chiamatecisempre', la polizia insegna a difendersi dalle truffe

I membri della banda sono stati rintracciati in Piemonte, dove si erano rifugiati dopo la firma dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte della Procura di Genova: a mettere gli investigatori sulle loro tracce sono state le testimonianza delle vittime e soprattutto i filmati delle telecamere di sorveglianza del circuito cittadino, che hanno consentito loro di individuare e rintracciare l’auto usata dai ladri per mettere a segno i colpi, una Panda gialla.

Durante la perquisizione, gli agenti hanno trovato sotto un tappetino parte della refurtiva, e hanno avuto conferma del coinvolgimento dei tre. Che sono stati quindi rintracciati, arrestati con l’accusa di furto pluriaggravato in appartamento e rapina (per il terzo episodio) e trasferiti in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento