«Hai vinto 20mila euro, per incassarli devi pagarne 900 di tasse»: anche a Genova la truffa della lotteria

L'interlocutore diceva all'intestatario del numero di telefono che aveva vinto 20mila euro: per incassarli, però, c'erano delle "tasse" da pagare

Truffe in diverse città italiane, e anche a Genova, attuate con la stessa modalità: «Hai vinto una grossa quantità di denaro, ma per ottenerla devi versare più di 900 euro di tasse», questo era quello che i truffatori - che ora sono stati tutti denunciati - dicevano al telefono delle vittime.

In particolare, i carabinieri della stazione di Prata di Pordenone, al termine di indagini, hanno denunciato a piede libero un 33enne di origini indiane residente in provincia di Verona e un 31enne di origini pakistane che vive in provincia di Forlì-Cesena.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Federico Baldo, hanno preso il via nel settembre 2019, dunque più di un anno fa, quando una coppia di cittadini indiani di Prata di Pordenone riferirono di essere stati contattati sul cellulare da uno sconosciuto che chiamava dal Regno Unito. La modalità era sempre la stessa, riscontrata poi anche a Genova: l'interlocutore diceva all'intestatario del numero di telefono che aveva vinto 20mila euro a una lotteria organizzata dalla compagnia telefonica Wind nel Regno Unito, convincendo la vittima che erano stati estratti i primi sei numeri del codice identificativo della sua sim card (Iccid). Constatata la corrispondenza, le vittime erano invitate a seguire le indicazioni fornite dall'interlocutore, che chiedeva di versare 955 euro a titolo di tasse italiane su due carte Poste Pay Evolution, condizione necessaria per incassare la vincita.

Il tutto abilmente supportato da foto e video trasmessi alla vittima tramite Whatsapp, che riproducevano il numero vincente e le tessere Poste Pay sulle quali procedere ai versamenti.

Le indagini, oltre a individuare e denunciare gli intestatari delle carte Poste Pay, hanno accertato che altre quattro persone residenti in provincia di Brescia, Genova, Ancona e Treviso erano state truffate con lo stesso modo, e che almeno una decina di altre persone erano state contattate ma non avevano abboccato.

I carabinieri approfittano del caso per raccomandarsi di diffidare di vincite e guadagni facili - specie se di lotterie all'estero - e di non accreditare preventivamente somme di denaro a sconosciuti: la truffa è sicuramente dietro l'angolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Neve e ghiaccio in autostrada: scattano blocchi e chiusure, la situazione traffico

  • È arrivata la neve: le foto

Torna su
GenovaToday è in caricamento