menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa dello "specchietto": un arresto ad Arenzano

Nei guai un giovane di 26 anni che ha cercato di truffare un turista straniero

Quella dello specchietto è una delle truffe più utilizzate ai danni degli automobilisti, un vero e proprio "evergreen": la vittima in auto, spesso dopo essere uscita da un parcheggio o dopo una manovra, viene fermata da uno sconosciuto che la accusa di avergli rotto lo specchietto. Come risolvere? «Non disturbiamo le assicurazioni, non conviene a nessuno dei due»: il truffatore chiede qualche centinaio di euro in contanti, e si dilegua. Peccato che la vittima in realtà non ha mai frantumato nessuno specchietto, e quello dell'auto del truffatore è rotto da mesi.

È andata proprio così ieri mattina ad Arenzano, dove un ragazzo di 26 anni - già noto alle forze dell'ordine - nei pressi del casello autostradale ha cercato di truffare un turista straniero di 56 anni, cercando di farsi consegnare una somma in contanti. Per fortuna la vittima non ci è cascata, e i carabinieri, giunti sul posto, hanno arrestato il ragazzo per tentata truffa aggravata in concorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento