rotate-mobile
Cronaca

Truffata per anni da un'amica finta commercialista

L'incredibile storia di una quarantenne genovese truffata da un'amica che fingeva di pagarle le tasse. Quattro anni di ricevute di pagamento fasulle, ma poi è arrivata la lettera di Equitalia

Genova – Per la serie, chi trova un amico trova un tesoro, ma il senso dell'incredibile storia che leggerete è molto diverso dal significato del proverbio. E' il caso di una quarantenne genovese che per anni si è affidata ad una “amica”, le virgolette sono d’obbligo, per pagare i modelli F24.

La donna era convinta di aver pagato le tasse, dopo essersi affidata all’amica che aveva una società di elaborazione dati, riconosciuta dai Caf. Ma dopo qualche anno ecco arrivare una cartella di Equitalia perché quelle imposte non risultavano pagate.

La vittima, secondo quanto accertato dagli investigatori, aveva versato, dal 2008 al 2011, 15 mila euro all'amica per il pagamento dei modelli F24. La presunta truffatrice, assistita dall'avvocato Rodolfo Senes, nel corso degli anni aveva rilasciato alla donna le finte ricevute di pagamento e anche una lettera, sempre finta, dell'Agenzia delle entrate, dalla quale risultava annullato un accertamento fiscale.

In realtà, la donna aveva intascato quei soldi e, per nascondere la truffa alla vittima, aveva prodotto anche i documenti falsi. Solo quando è arrivata la lettera di contestazione da parte di Equitalia, la quarantenne si è resa conto di essere stata raggirata dalla presunta amica.

La quarantenne ha così subito denunciato la donna che è stata iscritta nel registro degli indagati dal pm Vittorio Ranieri Miniati con l'accusa di truffa aggravata e falso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffata per anni da un'amica finta commercialista

GenovaToday è in caricamento