Truffa delle magliette vendute su Facebook, cinque denunciati

Cinque partenopei, di cui una donna, di età compresa tra 20 e 38 anni, sono stati denunciati dai carabinieri per vari reati. La donna convinceva gli acquirenti a ricaricare una carta Postepay, poi non spediva la merce

Nel corso della mattinata di lunedì 3 febbraio 2020 i carabinieri della stazione di Molassana hanno denunciato cinque partenopei, di cui una donna, di età compresa tra 20 e 38 anni, tutti con pregiudizi di polizia, ritenuti responsabili a vario titolo di truffa aggravata, ricettazione e impiego di denaro di provenienza illecita.

La donna, lo scorso mese di febbraio 2019, mediante artifizi e raggiri vari, aveva indotto in errore un genovese di 32 anni, convincendolo a effettuare una ricarica di 70 euro sulla sua carta Postepay per l'acquisto di due magliette, mai consegnate, messe in vendita su Facebook, su una pagina apposita, che evocava l'esistenza di un negozio di abbigliamento online.

Da più approfonditi accertamenti è emerso che sulla medesima carta Postepay, sempre nello stesso mese di febbraio dello scorso anno, erano state effettuate altre ricariche, relative a truffe con analogo modus operandi, poi convogliate su quattro carte Postepay, intestate ai soggetti denunciati per impiego di denaro di provenienza illecita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Neve e ghiaccio in autostrada: scattano blocchi e chiusure, la situazione traffico

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento