Attiva il contratto di energia elettrica ma fornisce i dati di un'altra persona per non pagare le bollette

La truffa è stata scoperta quando l'ignara vittima si è vista recapitare un'intimidazione di pagamento di 1500 euro

Aveva pensato di falsificare il contratto, spacciandosi per un'altra persona, per non pagare più l'energia elettrica, ma è stato ovviamente individuato.

Così, la Polizia di Stato di Genova ha denunciato un 56enne siciliano per i reati di truffa e sostituzione di persona.

Per risalire ai fatti bisogna tornare al 2018, quando un un uomo vende il suo bar di Sampierdarena al 56enne, cessando, come da prassi, tutte le utenze. A due anni dalla vendita, però, l'ex titolare si è visto recapitare un’intimazione di pagamento di ben 1500 euro per la fornitura di energia elettrica della sua vecchia attività.

Dagli accertamenti è emerso che il 56enne aveva stipulato telefonicamente un nuovo contratto per la fornitura di energia elettrica fornendo però il nome dell'ex proprietario, in modo da non farsi recapitare bollette intestate a lui. Tutto ciò, un mese dopo la stipula del contratto di vendita.

A questo punto all'ex proprietario non è rimasto nient'altro da fare che rivolgersi ai poliziotti del Commissariato di Sestri Ponente che hanno denunciato il 56enne per sostituzione di persona e truffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento