menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trova dati bancari per strada e preleva 54 mila euro dal conto dell'anziano

Tempo fa aveva trovato in terra una busta con all'interno i dati bancari di un genovese 88enne e ha avuto l'idea di utilizzare quelle informazioni per provare a sostituirsi a lui e prelevare del denaro dal suo conto corrente

Genova - Tempo fa aveva trovato in terra una busta con all'interno i dati bancari di un 88enne e ha avuto l'idea di utilizzare quelle informazioni per provare a sostituirsi a lui e prelevare del denaro dal suo conto corrente.

 

Dopo i primi tentativi andati a buon fine, l'uomo è anche riuscito a vedere per caso la firma dell'ignara vittima, che aveva memorizzato e riprodotto nei tentativi successivi.

Così un 59enne genovese, nullafacente e con numerosi precedenti di polizia, è riuscito, tra il gennaio 2012 e l'aprile 2013, a effettuare 48 prelievi dal conto dell'anziano, impossessandosi in totale della soma di 54.500 euro.

Per non essere scoperto ha adottato alcune accortezze, come non prelevare mai some superiori a 1.500 euro e rivolgersi sempre a filiali diverse da quella dove il conto corrente era stato aperto.

Ad aprile il titolare si è accorto degli ammanchi e ha provveduto a bloccare l’operatività del conto corrente, presentando poi una denuncia dopo aver accertato la falsificazione della firma.

Nel pomeriggio di giovedì 9 maggio 2013, il truffatore si è nuovamente presentato nella filiale di via Bensa, chiedendo di prelevare mille euro. Questa volta però il cassiere, trovando il conto bloccato e conoscendone i motivi, ha tergiversato, consentendo l'arrivo delle volanti della questura, allertate dalla direttrice.

Di fronte agli agenti l'uomo ha in un primo momento continuato a sostenere di chiamarsi come il titolare del conto, ma alla fine ha dovuto cedere, mostrando la carta d'identità con le sue reali generalità. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze di diversi cassieri, che hanno riconosciuto l'uomo come l'autore di numerosi prelievi in svariate filiali.

Al termine degli accertamenti è stato arrestato per il reato di truffa e denunciato per sostituzione di persona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento