menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In tribunale la protesta degli avvocati: «Fate ripartire la giustizia»

Un gruppo di professionisti genovesi si è riunito davanti a Palazzo di Giustizia per protestare contro il prolungamento del blocco dell’attività giudiziaria

Tribunale chiuso sino al 30 giugno, con lo spauracchio della pausa estiva che lascia intendere che l’attività riprenderà, di fatto, soltanto a settembre. E così, un gruppo di avvocati genovesi venerdì mattina si è dato appuntamento davanti all’ingresso di Palazzo di Giustizia per chiedere che si tolgano le limitazioni imposte sino a oggi.

La protesta è andata in scena con mascherine e distanziamento sociale, e alcuni professionisti, per simbolica protesta, hanno gettato il codice  penale nell’immondizia: «Hanno ripreso la maggior parte della attività, ma la giustizia è ancora ferma».

La protesta è stata organizzata con il "passaparola" dagli avvocati stessi, ed è andata in scena anche in altre piazza italiane: obiettivo, ottenere risposte concrete sulla ripresa dell’attività che per la maggior parte dei professionisti si è fermata ancora prima del lockdown, e cioè quando Palazzo di Giustizia ha chiuso, preventivamente, per timore di contagi, aprendo soltanto alle udienze urgenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento