Cronaca Prà / Via Ramellina

In aula per il processo, topo d'auto scappa dal tribunale

L'uomo, un 27enne di origini marocchine, era stato arrestato in flagranza a Pra' lunedì sera. In mattinata doveva affrontare il rito per direttissima, ma è riuscito a fuggire

Arrestato lunedì sera dopo avere rubato in alcune auto parcheggiate a Pra’, è fuggito in mattinata pochi istanti prima di presentarsi davanti al giudice per il processo per direttissima.

Protagonista un 27enne di origini marocchine, notato poco dopo la mezzanotte dai residenti di via Ramellina mentre sfasciava i finestrini delle macchine posteggiate in zona. Immediata la chiamata al 112, e nel giro di pochi minuti le volanti della questura sono arrivate sul posto e lo hanno bloccato, trovandogli addosso lo specchietto di un motorino usato per rompere i vetri e il bottino raggranellato durante il raid.

Accompagnato in questura, il 27enne vi ha trascorso la notte e in mattinata è stato accompagnato a Palazzo di Giustizia. Al momento di entrare in aula, però, è riuscito a sfuggire alla sorveglianza e si è messo a correre verso l’uscita del tribunale. Sul posto sono arrivate alcune volanti della polizia, ma dell'uomo non vi era ormai più traccia: le ricerche proseguono.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In aula per il processo, topo d'auto scappa dal tribunale

GenovaToday è in caricamento