menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treni soppressi o in ritardo, da settembre via ai rimborsi

Parziale vittoria per i pendolari che da tempo lamentano disservizi da parte di Trenitalia: la giunta regionale ha approvato i criteri per il riconoscimento di un bonus

Via ai risarcimenti per i pendolari costretti a subire il ritardo dei treni sul nodo ligure: la Giunta regionale ha approvato i criteri e le modalità per il riconoscimento del bonus ai viaggiatori nei casi di mancato rispetto dell’indice di affidabilità del servizio ferroviario regionale, così come previsto dal contratto di servizio stipulato da Regione Liguria. 

Primo firmatario della proposta, l’assessore ai Trasporti, Gianni Berrino, che nei giorni scorsi aveva tuonato contro Trenitalia chiedendo più puntualità per i convogli della linea Genova - La Spezia e una gestione più efficiente dei cantieri: «I criteri e le modalità sono il frutto del lavoro dei tavoli tecnici con Trenitalia, associazioni e comitati dei pendolari - ha sottolineato Berrino - Il riconoscimento del bonus è stato concordato nel caso si verifichi, da parte di Trenitalia, il mancato rispetto dell’indice di affidabilità per linea, definito in relazione all’andamento della circolazione dei treni, in termini di ritardi e soppressioni.  È sicuramente un atto importante, perché stabilisce un rapporto di fiducia tra utente e azienda erogatrice del servizio e può essere un valido stimolo a cercare soluzioni per una sempre maggiore efficienza».

Come si calcola il rimborso

L’indice di affidabilità viene calcolato mensilmente sulla base dei minuti di ritardo accumulati (che devono superare i 5 minuti) e delle corse soppresse o cancellate in rapporto ai treni programmati sulla linea.

Le tratte prese in considerazione sono la Genova-Milano, Genova - Acqui Terme, Genova -Busalla - Arquata Scrivia, Genova - Ventimiglia e Genova - La Spezia: avranno diritto al bonus gli abbonati mensili per una tratta in cui l’indice di affidabilità - che per il 2018 è fissato al 2,3% - sia risultato superiore, in quel mese, allo standard minimo fissato. Mese per mese verranno calcolati gli indici per ogni tratta e in caso di superamento dello standard minimo verranno pubblicati sul sito ufficiale della Regione, compatibilmente con i tempi per la richiesta del rimborso.

Come ottenere il rimborso

Per ottenere il bonus occorrerà presentarsi in una biglietteria Trenitalia. Il bonus è determinato applicando il 10% al prezzo dell’abbonamento valido nel mese in cui non è stata rispettata la soglia minima prevista dall’indice di affidabilità, e consentirà l’acquisto, nel mese successivo, di un abbonamento regionale mensile "bonus Liguria" scontato. 

Il primo bonus sarà per il 2018 disponibile dal 25 settembre, ed eventuali sconti maturati per più di un mese precedente saranno recuperati progressivamente nei mesi successivi, in cui non è previsto il bonus.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento