menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neve, treni in ritardo: la Regione Liguria chiede i danni alle ferrovie

Caos treni per neve e ghiaccio, la Regione Liguria vuole andare a fondo alla questione e chiedere i danni, anche dopo quanto accaduto sulle linee ferroviarie Genova- Milano e Genova-Torino dove si sono bloccate le linee elettriche per l’alimentazione

Genova - Caos treni per neve e ghiaccio nel fine settimana dello sciopero, la Regione Liguria vuole andare a fondo alla questione e chiedere i danni, anche dopo quanto accaduto sulle linee ferroviarie Genova-Milano e Genova-Torino dove si sono bloccate le linee elettriche per l’alimentazione dei treni.

 

«Nonostante tutte le procedure avviate, i provvedimenti per contenere i disagi, i piani di emergenza, sono bastate due dita di neve e una galaverna per mandare tutto il sistema in crisi, anche oltre la Liguria compresi collegamenti con il Nord Ovest», commenta l’assessore Vesco che rifiuta «di credere che non esista un sistema per impedire che tutto questo avvenga, se no, laddove la neve cade ogni giorno sarebbero già isolati dal mondo», afferma.

Per Vesco, le responsabilità principali sono di Rfi «per aver sottovalutato l’ondata di maltempo e di freddo e di ghiaccio». Per questo  l’assessore ha convocato lunedì 17 dicembre, nella sede della Regione, Liguria Rfi e Trenitalia «anche per valutare la richiesta di danni aggiuntivi, oltre alle penali previste dal contratto di servizio, da ripetere ogni volta che ci troviamo di fronte a un disservizio enorme come quello a cui sono stati sottoposti i passeggeri che andavano al lavoro in questi giorni», ha spiegato l’assessore.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento