Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Crollo Morandi, vertice a Roma. Toti: «Due commissari lavoreranno insieme»

Il presidente della Regione e il sindaco si trovano a Palazzo Chigi per ridefinire il "Decreto Genova" assieme al premier Conte e i ministri

Immagine di repertorio

È ancora in corso l'incontro romano per Giovanni Toti e Marco Bucci, in programma per la giornata di oggi, martedì 18 settembre. Il presidente della Regione e il sindaco di Genova si trovano a Palazzo Chigi a colloquio con il premier Giuseppe Conte e i suoi due vice, Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Sul tavolo delle trattative la scelta del commissario per la ricostruzione del ponte e la ridefinizione del "Decreto Genova".

Di cosa si parla a Roma

In particolare, i rappresentanti liguri hanno discusso sui poteri e le competenze dei commissari, sui tempi e sulla zona economica speciale. «Stiamo lavorando ancora - conferma l’assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, al temine della pausa dai lavori a Palazzo Chigi - Abbiamo chiesto che demolizione e ricostruzione vengano gestite insieme e facciano capo al nuovo commissario di cui il governo ancora non ha fornito il nome. Come Regione, manteniamo le nostre competenze di protezione civile e continueremo a trattare viabilità alternative, trasporti e situazione sfollati, insomma, tutto ciò che è necessario per gestire l’emergenza. La nostra richiesta, però, è che demolizione e ricostruzione vengano gestite insieme dal nuovo commissario nominato dal governo».

Il commento di Toti: «Incontro costruttivo»

«E' stato un incontro costruttivo in cui abbiamo ripreso in mano le fila di tutto il decreto - ha detto il governatore della Liguria Giovanni Toti -, abbiamo ragionato su quelli che devono essere i poteri del Commissario straordinario e di quello di protezione civile: saranno due figure che si affiancheranno». Ancora fumata nera per il nome del commissaio per l'emergenza ma il presidente della regione resta positivo sui tempi: «Credo che nel giro di una decina di giorni dalla pubblicazione in Gazzetta del decreto su Genova, avremo il commissario per la ricostruzione", ha detto ancora Toti che ha spiegato che «resterà operativo il commissario per l'emergenza a cui si affiancherà quello per la ricostruzione, che sceglieremo insieme al premier Conte nei prossimi giorni. Ma oggi - ha aggiunto - non è stato fatto alcun nome». 

Il punto di vista del Governo

Il premier Conte ha parlato di unità ed efficenza riguardo a come il Governo abbia affrontato l'emergenza Morandi: «Abbiamo un unico obiettivo: ricostruire il Ponte più bello e più sicuro e restituirlo a Genova nel più breve tempo possibile», ha detto il premier Conte che sottolinea «la compattezza e la rapidità con cui questo governo, da subito, ha affrontato la tragedia di Genova, ponendovi massima e costante attenzione. Con lo stesso atteggiamento di unità e di condivisione anche con Regione ed enti locali, continuiamo a lavorare, assumendoci piena responsabilità delle scelte politiche che stiamo operando».

La visita a Genova del ministro dell'istruzione Bussetti

Visita genovese invece per  il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, che ha incontrato gli studenti dell’Istituto Comprensivo «Sampierdarena» nell’area del ponte Morandi.  Il Ministro ha incontrato i bambini e visto i loro elaborati: «Nei disegni ho visto tanto ottimismo e tanta voglia di ripartire, di crederci - ha commentato Marco Bussetti - questa è una reazione importante».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo Morandi, vertice a Roma. Toti: «Due commissari lavoreranno insieme»

GenovaToday è in caricamento