menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Total Erg: presunta frode da 900 milioni di euro, indagato Alessandro Garrone

Total Erg è finita nel mirino della procura di Roma per una presunta frode fiscale da 904 milioni di euro. Perquisizioni nella Capitale, a Milano e Genova. Cinque persone indagate, fra cui Alessandro Garrone

Un'inchiesta della procura di Roma ha portato i militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza nelle sedi della Total-Erg della Capitale, di Milano e di Genova per svolgere delle perquisizioni.

L'indagine riguarda una presunta frode fiscale di 904 milioni di euro. La cifra emergerebbe da fatture emesse da una società con sede alle Bermuda, ritenuta inesistente, per forniture di greggio.

L'ipotesi è che il petrolio non venisse acquistato direttamente dal produttore, ma da una società, che a sua volta lo comprava dal produttore. Il tutto allo scopo di aumentarne i costi e di ridimensionare il versamento dell'Iva.

La procura di Roma ha iscritto nel registro degli indagati per frode fiscale cinque persone, tra questi Alessandro Garrone, ad di Erg, e Luca Bettonte, firmatario della dichiarazione dei redditi della Erg per il 2010.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento