menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torrenti Sturla e Fereggiano: tutti gli interventi dal 2006 a oggi

Ecco un riassunto di tutti gli interventi effettuati negli ultmi cinque anni nei torrenti Sturla e Fereggiano per una spesa complessiva di oltre 20 milioni di euro

Nell'aprile del 2006 Guido Bertolaso, presidente della Protezione Civile, con Claudio Burlando, Giuseppe Pericu (allora Sindaco di genova) e Alessandro Repetto, presentarono pubblicamente i progetti di intervento nei torrenti Fereggiano (intervento parziale) e Sturla (completamento).

A febbraio 2007, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (8 febbraio 2007), si dichiara lo "Stato di emergenza" relativamente ai torrenti Fereggiano e Sturla e nomina il presidente Burlando (a titolo gratuito) Commissario delegato del Presidente del Consiglio. Lo stato di emergenza è stato poi prorogato con successivi decreti fino al 31 dicembre 2011.

La successiva ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri del 5 aprile 2007 fornisce le modalità operative per attuare tutte le procedure di carattere straordinario ed urgente finalizzate sia alla rimozione, in tempi brevi, delle situazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità sia al ritorno alle normali condizioni di vita.

A favore del Commissario delegato viene stanziata la somma complessiva di 17,5 milioni di euro, integrata con circa 3,3 milioni di risorse residue già stanziate dal Comune di Genova per gli interventi sul torrente Sturla e sono confluite nella contabilità speciale del Commissario. Le risorse risultano, ad oggi, così ripartite:

- € 9.763.000,00 per gli interventi sul torrente Fereggiano

- € 11.018.000,00 per gli interventi sul torrente Sturla

- € 50.000,00 quali somme a disposizione del Commissario delegato (Claudio Burlando)

L'intervento realizzato ha risolto le gravi criticità idrauliche e viarie del tratto compreso tra via Ginestrato e il civico 40 di via Fereggiano. Le opere hanno riguardato:

- la messa in sicurezza idraulica del tratto coperto in corrispondenza di Largo Merlo;

- la realizzazione di una nuova copertura a monte di Largo Merlo in condizioni di sicurezza idraulica, tra Largo Merlo e l'incrocio con via Ginestrato, al fine di poter realizzare l'allargamento della strada di fondovalle (via Pinetti) che costituisce l'unica via di accesso alle alture di Quezzi.

Sono stati demoliti tre fabbricati - due dei quali erano costruiti nel greto del torrente - composti da 20 appartamenti e 8 magazzini, acquisiti attraverso intese concluse con i rispettivi proprietari senza dover ricorrere a procedure espropriative e fornendo aiuti sia economici che logistici per il rialloggiamento degli inquilini residenti.

Il Commissario è anche intervenuto in corrispondenza della strettoia di Via Daneo in località Pedegoli dove sono stati demoliti alcuni fabbricati (già acquistati in precedenza dal Comune di Genova) ed è stata adeguata la viabilità. Tutti gli interventi sono conclusi e in fase di collaudo finale. Attualmente erano allo studio, in accordo con il Comune di Genova, nuovi interventi per migliorare la situazione del torrente nel tratto più a valle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento