Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Terzo Valico, lavori fermi per l’ottimizzazione dell’impiantistica

Eseguiti i primi due cicli di scavo, completati lo scorso 28 novembre, si è ritenuto necessario, nell'ambito di questa fase di sperimentazione, effettuare una serie di regolazioni e ottimizzazioni al sistema impiantistico, prima di riprendere gli scavi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Nel mese di luglio scorso, l'attività di scavo nella galleria di Cravasco era stata sospesa dal Consorzio a seguito del ritrovamento di rocce amiantifere che portavano al superamento dei limiti della normativa per le terre e rocce di scavo e che imponevano, contestualmente, l'adozione di misure strutturali per la tutela dei lavoratori in ambiente di lavoro.

A tale scopo era stato istituito un tavolo tecnico permanente con Asl e Arpal (tuttora operativo) finalizzato allo studio delle misure da adottare più idonee al caso.

Nel corso dell'ultimo incontro in data 24 novembre, Cociv ha presentato al tavolo tecnico il quadro completo delle soluzioni impiantistiche adottate per minimizzare il rischio amianto nel rispetto della normativa prevista in materia di sicurezza in ambienti di lavoro e delle misure organizzative da utilizzare.

In tale sede è stata concordata la ripresa dei lavori di scavo nella finestra Cravasco limitatamente a una fase sperimentale di 15 cicli di scavo aventi lo scopo di valutare, calibrare e ottimizzare il sistema impiantistico e le procedure operative previste e concordate.

Eseguiti i primi due cicli di scavo, completati lo scorso 28 novembre, si è ritenuto necessario, nell'ambito di questa fase di sperimentazione, effettuare una serie di regolazioni e ottimizzazioni al sistema impiantistico presente, prima di riprendere nuovamente le attività di scavo. Tali regolazioni avranno la durata di alcuni giorni.

Si precisa che la stessa Arpal nella giornata di ieri ha comunicato i risultati di alcuni campionamenti effettuati dagli ispettori il 27 e 30 novembre scorso presso la galleria di Cravasco. I risultati confermano che: «tutte le analisi dei campionamenti di aria, in ambiente esterno al cantiere, sono ad oggi risultate inferiori alle indicazioni cautelative, stabilite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel valore di 1fibra/litro».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzo Valico, lavori fermi per l’ottimizzazione dell’impiantistica

GenovaToday è in caricamento