menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terzo Valico, Cociv promette: «70 lavoratori liguri assunti entro gennaio 2017»

Accordo raggiunto in mattinata alla presenza dei rappresentanti sindacali, del commissario straordinario per il Terzo Valico, del governatore Giovanni Toti e dell'assessore Giampedrone

Fumata bianca dopo l’incontro dei sindacati con il governatore Giovanni Toti, l’assessore alle Infrastrutture, Giacomo Giampedrone e i rappresentati di Cociv organizzato questa mattina in Regione: il general contractor cui sono affidati i lavori per il Terzo Valico ha assicurato l’intenzione di assumere 70 lavoratori edili liguri entro gennaio 2017, che presteranno servizio in tutti i cantieri del territorio.

All’incontro, fissato proprio per proseguire il confronto sull’impiego di occupazione edile locale sul territorio ligure, ha partecipato il commissario straordinario per il Terzo Valico, Iolanda Roman, che a detta dei rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil ha sottoscritto un accordo che mette al centro tre obiettivi: assumere i 70 lavoratori con una prima tranche di 30 entro il 30 luglio e una seconda di 40 tra ottobre e gennaio; coinvolgere nel processo tutte le aziende affidatarie attraverso l'assegnazione di punteggio rilevante inserito all'interno della gara economicamente più vantaggiosa, favorendo coloro che intendono dare risposte occupazionali sul territorio; e impegno comune verso il contrasto all’illegalità e alle infiltrazioni di criminalità organizzata e a favore della tutela e della sicurezza del territorio e dei lavoratori.

L’accordo, precisano i sindacati, prevede anche che il presidente della Regione Liguria si impegni a promuoverlo con i presidenti di regioni Piemonte e Lombardia coinvolti nel patto per la logistica del Nord-Ovest, in vista di un protocollo più generale sull'occupazione del Terzo valico e delle grandi opere strategiche che interessano le tre regioni. 

«Tale importante accordo sorto grazie alle azioni di lotta delle scorse settimane si propone quindi di rispondere alla disoccupazione locale - concludono i sindacati - e di gettare le basi per costruire linee guida nell'ambito di analoghe opere con rilevanza nazionale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento