menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadino curdo fermato in aeroporto, per la Turchia è un terrorista

Su Ayidin Korkmaz, che ha trovato asilo politico in Francia, pende un mandato di arresto internazionale. Era a Genova per accogliere un parente, e dai controlli è risultato senza documenti

Rifugiato politico per la Francia, terrorista ricercato a livello internazionale per la Turchia: il 40enne Aydin Korkmaz, cittadino turco appartenente al movimento indipendentista curdo Pkk e residente nel sud della Francia ormai da anni, è stato arrestato domenica sera all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova dopo un controllo effettuato dalla polizia italiana.

Secondo a quanto riporta il Secolo XIX, Korkmaz avrebbe raggiunto il capoluogo ligure con moglie e figli per incontrare un cugino in arrivo da Instabul. Quest’ultimo, però, non avrebbe superato la dogana, perché il suo passaporto sarebbe stato privo di visto: quando Korkmaz si è fatto avanti per chiarire la situazione sono scattati i controlli su entrambi. Il problema è che Korkmaz, su cui pende un mandato di cattura internazionale che in Turchia gli costerebbe 72 anni di carcere, non aveva con sé i documenti che attestano lo status di rifugiato politico.

La polizia italiana ha proseguito con l’arresto di Korkmaz, che rimane in carcere in attesa degli atti dalla Francia, mentre il cugino è stato immediatamente rimpatriato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento