rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Lagaccio, il Tar respinge il ricorso sul Terra di Nessuno: il centro sociale potrà essere sgomberato

I giudici amministrativi danno ragione al Comune, che nel settembre del 2019 aveva emesso un ordine di rilascio dell'area occupata per il mancato pagamento dei canoni ridotti

Il centro sociale Terra di Nessuno potrà essere sgomberato: il Tar ha rigettato il ricorso che l’Associazione per la Promozione degli Spazi Sociali Autogestiti aveva presentato contro l’ordine di rilascio emesso dal Comune di Genova, e lo spazio di via Bartolomeo Bianco, al Lagaccio, dovrà essere liberato.

La controversia ha inizio nel settembre del 2019, quanto il Comune di Genova ingiunge al Terra di Nessuno di restituire le aree, obiettivo la realizzazione, sul posto, di un’isola ecologica. Il Terra di Nessuno, ai tempi al 26esimo anno di esistenza, aveva subito opposto resistenza, presentando un ricorso ed elencando una serie di motivazioni che rendevano l’ingiunzione nulla. Tra queste, nessuna comunicazione dell’avvio del procedimento né della decadenza della concessione, violazione delle delibere di giunta precedenti che garantivano la fruizione dello stabile al Tdn, contrasto con il Puc e con il parere del Municipio.

L’associazione - costituita nel 2011 su spinta di don Andrea Gallo per consentire ai centri sociali di ottenere l’assegnazione di spazi dal Comune - aveva inoltre sottolineato come le spese di gestione dell’immobile superassero quelle dei canoni mensili non versati, mancati pagamenti che avevano fatto decidere al Comune di revocare la concessione.

Per il Tar, il ricorso contro l’ingiunzione del Comune è però illegittimo e inammissibile, complice il mancato pagamento del canone da maggio 2013, e la messa in mora da parte del Comune cui non è seguita mai alcuna risposta: «Le predette circostanze, oltre alla comunicazione di recesso dell’Associazione nell’ottobre 2014 e alle chiare previsioni convenzionali di esclusione del rinnovo tacito alla scadenza - si legge nella sentenza del 12 gennaio - rendono lapalissiana l’infondatezza della tesi ricorsuale secondo cui la concessione sarebbe stata automaticamente rinnovata e/o il Centro sociale “Terra di Nessuno” potrebbe vantare un legittimo affidamento a rimanere nell’immobile».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lagaccio, il Tar respinge il ricorso sul Terra di Nessuno: il centro sociale potrà essere sgomberato

GenovaToday è in caricamento