rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Granarolo / Via Bartolomeo Bianco

Sgombero Tdn, nuova manifestazione in piazza: "Niente da perdere, ci riprenderemo tutto"

Torneranno in piazza il 20 novembre gli attivisti del centro sociale Terra di Nessuno di via Bartolomeo Bianco al Lagaccio dopo lo sgombero dello scorso 8 ottobre

Torneranno in piazza gli attivisti del centro sociale Terra di Nessuno di via Bartolomeo Bianco al Lagaccio dopo lo sgombero dello scorso 8 ottobre e la manifestazione con corteo del 9 ottobre. Attraverso un lungo post Facebook è stata lanciata una manifestazione per la giornata di sabato 20 novembre 2021, raduno alle ore 15 nel piazzale davanti alla Stazione Principe e successivo corteo.

"La polizia locale - ha scritto il Tdn - ha provato a porre fine a un’esperienza di oltre 25 anni di autogestione, cultura alternativa, socialità non mercificata, antiproibizionismo e antifascismo. Lo sgombero ci rattrista e ci fa inferocire, ma purtroppo non ci stupisce. Da tempo la Lega e Fratelli d’Italia chiedevano di usare la mano dura contro gli spazi sociali, in modo da soddisfare il bisogno di dimostrarsi intransigenti agli occhi del loro elettorato proto-fascista. Ma non solo, l’intero operato della giunta Bucci - afferma ancora il Terra di Nessuno -, dall’inizio del suo mandato, sembra volto a distruggere qualsiasi esperienza non riconducibile all’idea di una città da vendere al profitto privato, cercando di mettere a tacere le diverse esperienze di resistenza politica e culturale che si oppongono a una città vetrina lontana dai bisogni e dai desideri di chi la abita".

"Per la ricchezza sociale che gli spazi autogestiti rappresentano - ha aggiunto il centro sociale - , per la storia antagonista che li costituisce e anima, vogliamo dire chiaramente a questa giunta che non ci arrendiamo e che non ci ha sconfitti. Non ci possiamo rassegnare a vedere finire così, con un’operazione di polizia e l’abbandono, un’esperienza vitale e preziosa come la nostra. Invitiamo perciò tutti coloro che non si riconoscono nell’idea di città della giunta Bucci a scendere in piazza con noi per reclamare spazi di autogestione, socialità e cultura alternativa, per riprenderci le strade e dimostrare che Genova resiste e desidera un futuro diverso fatto di diritti, inclusione e giustizia sociale. Non abbiamo niente da perdere, ci riprenderemo tutto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero Tdn, nuova manifestazione in piazza: "Niente da perdere, ci riprenderemo tutto"

GenovaToday è in caricamento