rotate-mobile
Cronaca

Teresa Mattei, l'ultima costituente: il cordoglio di Doria e don Gallo

È morta la più giovane eletta nell'assemblea Costituente. Teresa Mattei, nata a Genova il 1 febbraio 1921, inventò l'utilizzo della mimosa per la Festa della donna. Marco Doria e don Andrea Gallo hanno voluto esprimere il loro cordoglio

Genova - È morta la più giovane eletta nell'assemblea Costituente. Teresa Mattei, nata a Genova il 1 febbraio 1921, inventò l'utilizzo della mimosa per la Festa della donna. L'idea le venne quando seppe che Luigi Longo intendeva regalare alle donne per quel giorno delle violette: lei intervenne suggerendo un fiore più povero e diffuso nelle campagne.

La Mattei era una delle 21 donne che facevano parte dell'assemblea Costituente. Con la sua scomparsa i superstiti sono solo due: Giulio Andreotti (nato nel 1919) e Emilio Colombo (nato nel 1920).

«Con Teresa Mattei - scrive in una nota il sindaco Doria -, partigiana, eletta alla Costituente, scompare un’altra coraggiosa protagonista di un Paese che seppe riscattarsi dal fascismo e costruire la democrazia dando valore alla politica, come sacrificio personale e passione ideale. È grazie a persone come lei che siamo cresciuti in un Paese libero, è grazie alle sue battaglie che le donne hanno conquistato libertà e diritti negati. Alla sua lezione dovremmo ispirarci per ritrovare il cammino di una democrazia autentica. Per questo la voglio ricordare con riconoscenza anche come sindaco della sua città natale».

Anche don Andrea Gallo è intervenuto su twitter per un saluto a Teresa Mattei. «Un omaggio riconoscente alla compagna Teresa Mattei: partigiana, antifascista, donna della costituente, parlamentare. Ciao bella ciao».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teresa Mattei, l'ultima costituente: il cordoglio di Doria e don Gallo

GenovaToday è in caricamento