menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bomba d'acqua sulla città, in corso Italia le raffiche sfiorano i 100 km/h

Un violento acquazzone si è abbattuto sul capoluogo ligure intorno all'ora di pranzo, accompagnato da forti raffiche: a Punta Vagno poco prima delle 15 si sono superati i 96 km/h

Dopo il caldo torrido delle ultime ore, un violento acquazzone si è abbattuto poco dopo l’ora di pranzo sul capoluogo ligure, un temporale accompagnato da forti raffiche di vento che in alcune zone hanno fatto pensare a trombe d’aria.

È successo in corso Italia, dove i residenti hanno assistito stupiti e spaventati al fenomeno e dove alcuni i titolari di alcuni ristoranti si sono visti spazzare via dalle raffiche ombrelloni, sedie e tavoli.

Stando ai rilievi delle stazioni Arpal sul territorio, intorno alle 14.50 a Punta Vagno è stata registrata una raffica da 96 km/h, che associata a correnti discendenti ha generato un fenomeno simile al cosiddetto “donwburst”, che si verifica solitamente in associazione con temporali, quando una colonna d'aria fredda in rapida discesa colpisce il suolo in maniera più o meno perpendicolare e si espande orizzontalmente in tutte le direzioni.

Corso Italia a parte, i valori sono comunque rimasti in linea con un “classico” acquazzone estivo, come specificato anche da Arpal, che proprio per il pomeriggio di venerdì aveva previsto un peggioramento delle condizioni meteo accompagnato da pioggia soprattutto sulla costa. I danni hanno riguardato soprattutto alberi e impalcature pericolanti, e in via XX Settembre i Vigili del fuoco sono dovuti intervenire per rimuovere uno striscione strappato dal vento finito sui cavi del filobus.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Droga ed esplosivi in casa, arrestato 19enne

  • Attualità

    Liguria in zona gialla: riaprono i musei e l'Acquario

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento