rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

Al via il telerilevamento aereo, a cosa servirà

Servirà a un ampio spettro di applicazioni che vanno dalla mappatura dei tetti per l'installazione di pannelli fotovoltaici, all'individuazione di elementi che definiscano fattori di rischio di strade, attraversamenti e incroci

Genova è la prima città in Italia ad avviare il telerilevamento aereo per censire gli asset urbani. È il progetto 'Genova future city map', nato dalla collaborazione tra Comune di Genova, City Green Light, che dal 2020 gestisce il servizio di illuminazione pubblica, e l'impresa tecnologica Wesii.

"Genova si candida a essere città apripista di un nuovo modo di censimento del proprio territorio attraverso l'innovazione tecnologica a servizio della programmazione, pubblica e privata, in tema di energia, efficientamento e sostenibilità ambientale - spiega l'assessore all'Ambiente Matteo Campora - grazie alla collaborazione tra City Green light e Wesii sarà realizzato uno strumento per conoscere e gestire il territorio, fornendo un concreto supporto alla transizione verso il modello sempre più integrato della Smart City. Il telerilevamento servirà a un ampio spettro di applicazioni che vanno dalla mappatura dei tetti per l'installazione di pannelli fotovoltaici, all'individuazione di elementi che definiscano fattori di rischio delle strade, fino ai punti luce e semafori, ma anche attraversamenti pedonali, incroci e altri elementi urbani".

L'attività prevede il rilevamento da aeromobile dell'intero territorio comunale di 245 km quadrati con risoluzioni al suolo tipiche del rilievo con drone (4 cm/px), esteso su tutto il territorio comunale e con lunghezze d'onda appartenenti sia allo spettro del visibile sia dell'invisibile (infrarosso termico). Il risultato è un dato a elevato grado di dettaglio, accuratezza e dall'alto potenziale informativo, che può essere utilizzato sia per aumentare e aggiornare il grado di conoscenza del territorio sia per guidare decisioni strategiche nell'ambito della sostenibilità comunale.

Il grado di innovazione tecnologica è reso possibile dalle competenze messe in campo da City Green Light e Wesii nel settore dell'image processing, dell'intelligenza artificiale e machine learning, che permettono di classificare automaticamente qualsiasi oggetto riconoscibile a queste risoluzioni e nelle diverse lunghezze d'onda.

'Genova future city map' permetterà anche la classificazione di tutti i tetti del territorio comunale, più di 50mila, e, sulla base della loro potenzialità, per ospitare un impianto fotovoltaico con analisi di ombre, pendenza ed esposizione. Inoltre, il progetto consentirà la quantificazione della massima potenza fotovoltaica installabile su tutto il territorio comunale e del fotovoltaico già installato.

Servirà anche alla classificazione delle anomalie termiche dei pannelli per valutarne l'efficienza e ottimizzare la manutenzione dei tetti sulla base della loro dispersione energetica, a supporto delle azioni di efficientamento energetico degli edifici. Infine, 'Genova future city map' consente concrete considerazioni prospettiche in termini di sviluppo delle comunità energetiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il telerilevamento aereo, a cosa servirà

GenovaToday è in caricamento