Teglia, a un mese dalla frana residenti ancora isolati: «Lasciati a noi stessi»

Lo scorso 22 dicembre la strada ha ceduto sulle alture di via Cambiaso, e per decine di persone è iniziata l'odissea per spostarsi dalle loro case. Tra loro anche portatori di handicap e anziani

Inizio anno difficile per i residenti di via Costa di Teglia, sulle alture di via Cambiaso: a distanza di un mese dalla frana che li ha isolati, i lavori per la messa in sicurezza e il ripristino non sono ancora partiti e l’unica strada percorribile per spostarsi è costituita da una scaletta scivolosa. L’alternativa è violare il divieto di transito sulla strada principale, imposto dopo il cedimento.

La frana si era verificata lo scorso 22 dicembre, lasciando isolate una ventina di famiglie. La strada ha infatti ceduto a livello strutturale, e ai tempi i vigili del fuoco, intervenuti sul posto, non avevano potuto fare altro che mettere in sicurezza il fronte e spostato le auto a valle del cedimento per cercare di agevolare gli abitanti della zona.

«Di fatto gli abitanti dei condomini, decine di persona tra le quali portatori di handicap grave, anziani e una struttura residenziale Asl, sono isolati - conferma un residente a GenovaToday - Siamo obbligati a transitare a piedi per una scaletta adiacente pericolante e scivolosa, oppure scavalcando il divieto di transito. La situazione è urgente ed a distanza di un mese non sono stati presi provvedimenti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stando a quanto riferito da alcuni residenti, il cantiere per la messa in sicurezza della strada, già in pessime condizioni, era stato avviato circa 3 anni fa, ma poi congelato per una vertenza in atto tra il cantiere attiguo che avrebbe danneggiato un muraglione. Lavori fermi, dunque, e dopo tre anni e un autunno di piogge record è arrivato il cedimento: «Nei quartieri della Genova bene le risorse si trovano e i lavori si terminano - è l’amara conclusione degli abitanti di via Costa di Teglia - Qui si arriva alla frana, alla chiusura della strada ed all'indicibile disagio di decine di abitanti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento