menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scelto un commissario per la Switch, riprende la raccolta della carta

Il giudice per le indagini preliminari ha nominato un amministratore per l'azienda in subappalto Amiu, consentendo così al servizio di riprendere dopo lo scandalo che ha portato all'arresto di 7 persone

Si sblocca, almeno dal punto di vista operativo, la situazione di Switch, l’azienda in subappalto cui Amiu si affida per la raccolta di carta e cartone e per i servizi di derattizzazione: dopo lo scandalo sul ciclo dei rifiuti che ha travolto i vertici delle due aziende, il giudice per le indagini preliminari, Roberta Bossi, ha nominato un commissario giudiziale che si occuperò di guidare l’azienda per un anno, in attesa del nuovo piano di azione.

A ricoprire il ruolo sarà Marco Lagomarsino, commercialista: una decisione che, alla luce della richiesta di interdizione dai pubblici uffici chiesta dai pm nei confronti dell'azienda, il giudice ha preso per assicurare la continuità di un servizio pubblico, bloccato ormai da settimane dopo i nuovi sviluppi dell’inchiesta che hanno portato  all’arresto di 7 persone tra cui anche alcuni dirigenti di Amiu e Switch.

A Lagomarsino dunque il ruolo di vigilare sulle attività di Switch e far rispettare tutte le norme durante l’anno in cui rimarrà in carica. Una nomina che potrebbe rivelarsi una boccata d’ossigeno non soltanto per la ripresa del servizio, ma anche per i dipendenti dell’azienda, che nelle ultime settimane avevano più volte protestato a Tursi per avere chiarimenti in merito alla loro situazione lavorativa e chiedere il pagamento degli stipendi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento