menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il finto tecnico dell'acqua colpisce ancora, bottino ottantamila euro

Vittima della truffa un'anziana, residente a Sturla, che si è fatta convincere di un guasto all'impianto idrico e ha lasciato che quello che credeva un operaio si aggirasse indisturbato per la casa. Il malvivente non ha perso tempo e ha portato via i preziosi

Finto tecnico dell'acqua ancora in azione. Dopo il tentato colpo a Pontedecimo, nella mattinata di mercoledì 24 marzo un uomo sulla trentina d'anni si è presentato alla porta di un'anziana a Sturla, motivando la visita con un presunto guasto all'impianto idrico.

La vittima si è fidata ed ha accolto in casa quello che credeva un operaio. Quest'ultimo ha aperto il rubinetto e, senza essere visto, ha riversato nell'acqua una sostanza, che ha sprigionato dei fumi maleodoranti. A quel punto ha rassicurato la donna, dicendole di mettersi comodamente seduta mentre lui riparava il guasto.

Ottenuto il via libera per muoversi all'interno dell'appartamento, il malvivente ha frugato nelle stanze, dove ha trovato oggetti d'oro per un valore di circa ottantamila euro. Intascato il bottino, il finto tecnico ha detto di aver riparato il guasto e si è allontanato.

Solo a quel punto la donna si è resa conto di quello che era successo e ha chiamato il 112. Sul posto sono intervenute la squadra mobile e la polizia scientifica, che hanno avviato indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento