menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sturla, telecamere anti vandali per proteggere la Madonnina dei Pescatori

Dopo i numerosi episodi degli ultimi anni, il Municipio ha sfruttato l'ultima tornata di fondi ministeriali per acquistare il sistema di videosorveglianza

L’ultimo episodio risale al novembre del 2018, quando ignoti avevano appiccato un fuoco che l’aveva annerita e crepata. Da questo mese, però, chi si accanirà contro la Madonnina dei Pescatori di Sturla verrà immortalato dalla telecamera montata proprio davanti alla piccola edicola in cui la statuina da anni ormai osserva il mare e chi vi si avventura.

La richiesta, ,al Municipio Levante era arrivata dal Comitato per la difesa di Sturla, e ribadita per diversi anni. Nei giorni scorsi la desiderata telecamera è arrivata, complici anche i fondi governativi stanziati grazie al decreto Sicurezza, ed è stata installata, come confermato sia dal Municipio sia del Comitato: «L’obiettivo è quello di farne mettere un’altra a Vernazzola e una dalla terrazza Lina Volonghi - scrivono i residenti di Sturla - ma intanto ringraziamo il Municipio e festeggiamo l’installazione della telecamera, nella speranza che nessuno deturpi più la Madonnina».

La statuina, sistemata in un’alcova di pietra incastonata tra le creuze di Sturla, in via del Tritone, era stata danneggiata diverse volte negli ultimi anni, la più grave nel 2012. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento