menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigili del fuoco: scelta la sede del nuovo distaccamento a levante

La Casa del Soldato di Sturla passa al Demanio in vista della sua trasformazione in comando dei vigili del fuoco. L'ex caserma Mendoza di via Bottini, l'ex ospedale psichiatrico di Quarto e i locali della Città Metropolitana non sono risultati idonei

I vigili del fuoco hanno una nuova casa nel levante genovese. Martedì 2 luglio 2019 il consiglio comunale ha approvato con 31 voti a favore e 6 astenuti (Pd) la deliberazione proposta di giunta al consiglio numero 36 del 12 giugno 2019 per la retrocessione all'Agenzia del demanio del compendio 'Palazzina dell'architettura razionalista denominata Casa del Soldato' per consentire l'uso governativo a favore del comando dei Vigili del fuoco di Genova.

«Il Comune - scrive il Partito Democratico in una nota - rinuncia così a un bene architettonico di rilievo, un esempio di architettura razionalista che rischia di rimanere inutilizzato poiché l'amministrazione non si è premunita di avere certezza per il suo futuro utilizzo. L'intenzione di farne sede di un nuovo comando dei Vigili del Fuoco, certamente necessario nel Levante cittadino, si scontra con il fatto che non è stata eseguita la necessaria analisi sulla vulnerabilità sismica dell'edificio, né è stato chiesto il parare della Sovrintendenza sul progetto di trasformazione della Casa del Soldato in una caserma dei Vigili del Fuoco, sia per quanto riguarda gli interni sia per quannto riguarda gli interni dell'edificio. A fronte di questa superficialità si abbandona l'idea di ospitare invece la Casa del Quartiere, un progetto studiato al contrario molto a fondo e richiesto a gran voce dai cittadini almeno quanto la caserma dei Vigili del Fuoco. Chiediamo che il Comune si impegni a provvedere in ogni caso alla manutenzione della Casa del Soldato e che individui al più presto un'altra sede per la Casa del Quartiere a Sturla».

«Il Pd - replica Federico Bertorello, consigliere della Lega - rema contro le esigenze del territorio e la sinistra si spacca sulla votazione della delibera comunale per la retrocessione al Demanio della Casa del Soldato a Sturla per realizzare il distaccamento dei Vigili del Fuoco, finora inesistente nel Levante genovese, voluto dal ministro Matteo Salvini nell'ambito del rafforzamento del Corpo dei VVF. Infatti, ieri in consiglio comunale la Lista Crivello ha votato a favore e il Pd si è astenuto. I consiglieri del Partito Democratico, ancora una volta, se ne sono infischiati delle necessità dei cittadini continuando a fare polemiche e ad attaccare strumentalmente la giunta Bucci».

«Ribadiamo - conclude Bertorello - che la sede del nuovo distaccamento è stata decisa dai tecnici dei Vigili del Fuoco dopo mesi di sopralluoghi e attente verifiche. Anche perché l'ex caserma Mendoza di via Bottini, l'ex ospedale psichiatrico di Quarto e i locali della Città Metropolitana non sono risultati idonei a ospitare la struttura. La scelta della Casa del Soldato è stata l'unica opzione disponibile o il distaccamento sarebbe potuto finire a Bogliasco, lasciando quindi il Levante cittadino ancora sguarnito. Nonostante questo, il Pd ha cercato di alzare le barricate in consiglio comunale, a dispetto delle richieste della nostra comunità. Il distaccamento dei Vigili del Fuoco a Sturla è una scelta ponderata e di buonsenso, necessaria e utile per tutti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crollo cimitero Camogli, il cronoprogramma dei lavori

  • Coronavirus

    Covid, in Liguria 248 nuovi positivi, 11 nuovi ospedalizzati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento