Rio Chiusette, due denunce per lo sversamento

La sostanza bianca veniva riversata da circa due anni nel rio Chiusette, individuati i presunti responsabili

Ci sono voluti due anni ma alla fine, forse, sono stati trovati i presunti autori dei continui sversamenti di sostanze inquinanti nel rio Chiusette. Le indagini della forestale di Genova Prato, in collaborazione con la polizia locale del Reparto Ambientale, hanno portato alla denuncia di due uomini di 45 e 51 anni: nei guai sarebbe finita la ditta "Verniplast sas". 

Nei giorni scorsi l'ultima segnalazione da parte di alcuni residenti che, dopo aver notato l'ennesimo "imbiancamento" del corso d'acqua a Struppa, hanno chiamato le forze dell'ordine.

Nel corso delle indagini sono stati eseguiti campionamenti, analisi e altri accertamenti tecnici che hanno permesso di identificare la sostanza inquinante come un prodotto sintetico industriale, giudicato comunque non pericoloso, e risalire al punto preciso in cui questo veniva immesso saltuariamente nel corso d’acqua.

"Questi reflui - dicono gli investigatori - erano il prodotto di lavaggi di materiale serigrafato che rilasciava solventi e vernici in una vasca aziendale collegata illecitamente al Rio Chiusette". Nella giornata di ieri, in occasione dell’ennesima fuoriuscita di prodotto nel rio, gli agenti sono intervenuti presso l’azienda interrompendo l’attività illecita e sequestrando la vasca di lavaggio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

  • Albaro: festa di compleanno notturna a Villa Gambaro, i residenti chiamano la polizia

Torna su
GenovaToday è in caricamento