Cronaca Valbisagno / Via Giovanni Trossarelli

Invitato a mettere la museruola al cane, prende a calci e pugni l'autobus

Protagonista della vicenda un uomo di 53 anni, che ha perso il telefono all'interno del bus. Un agente lo ha trovato e, fingendosi un privato cittadino, ha fissato un appuntamento per restituire il dispositivo, riuscendo così a denunciare il soggetto

Gli agenti del commissariato San Fruttuoso hanno denunciato un genovese di 53 anni per il reato di danneggiamento. L'uomo è salito a bordo di un autobus con al seguito il proprio cane senza museruola e quando l'autista del mezzo, fermo in via Trossarelli a Struppa, gli ha chiesto gentilmente di fargliela indossare, il 53enne è andato su tutte le furie, reagendo in maniera spropositata, inveendo contro di lui con parole offensive, minacce e colpendo con calci e pugni la porta a protezione del posto di guida.

Non contento l'uomo ha danneggiato anche la carrozzeria del bus, colpendola con il guinzaglio a catena del cane per poi scappare. Il 53enne però durante il suo show ha perso all'interno del bus il suo telefono cellulare, che è stato rinvenuto dall’autista, il quale lo ha immediatamente consegnato agli agenti intervenuti in suo soccorso.

A quel punto a un poliziotto è venuta l'idea di rispondere a una chiamata in entrata sul telefono, fingendo di essere un passante che aveva trovato il cellulare. La voce al telefono diceva di essere la moglie del proprietario a cui l'agente, in incognito, dava un appuntamento per la restituzione dello stesso.

Grazie a questo escamotage gli agenti hanno trovato al fatidico appuntamento proprio il 53enne, il quale, messo alle strette, ha ammesso l'accaduto, dichiarando agli agenti che si era arrabbiato perché l'autista non doveva permettersi di dirgli cosa doveva fare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invitato a mettere la museruola al cane, prende a calci e pugni l'autobus

GenovaToday è in caricamento