rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Cronaca Portofino

Strada abusiva nel parco di Portofino: sindaco a processo

L'allargamento realizzato di fretta e furia dopo la mareggiata del 2018. Il procedimento è stato avviato a seguito di un esposto dell'associazione "Italia Nostra"

Era il 2018 quando si alzarono le prime proteste per l'allargamento della strada costruita all'interno del parco naturale di Portofino. Il cantiere era stato messo su  nell'autuno di quell'anno per non lasciare isolati gli abitanti del borgo dopo la violenta mareggiata.

Dopo quattro anni d'indagini, il sindaco di Portofino Matteo Viacava ha ricevuto una citazione diretta dalla Procura di Genova e andrà a giudizio il prossimo 23 gennaio insieme a due costruttori che materialmente realizzarono il sentiero. 

Secondo il procuratore aggiunto Paolo D'Ovidio e il sostituto Fabrizio Givri, che hanno coordinato le indagini dei carabinieri forestali, quella strada venne costruita senza la preventiva autorizzazione paesaggistica e in assenza del preventivo nulla osta dell'Ente parco di Portofino. L'area è protetta da rigide norme per preservare la bellezza del paesaggio naturale ed è molto appetibile per gli imprenditori edili.

Strada nel parco di Portofino, Italia Nostra: «Follia l'allargamento»

Ad accorgersi della colata di cemento era stata l'associazione "Italia Nostra" che aveva documentato con un video come la strada forestale fosse già sufficientemente larga da poter essere attraversata da mezzi fuoristrada di soccorso. Gli investigatori avevano scoperto che erano stati anche tagliati alberi e arbusti per consentire la costruzione ed era stata commissionato il sorvolo, non autorizzato, con un elicottero per trasportare il materiale. 

Dopo l'avvio dell'inchiesta i lavori erano stati interrotti e si era provveduto a ripristinare lo stato dei luoghi. Le altre tranche dell'indagine sono assegnate al pm Sabrina Monteverde e risultano allo stato ancora in fase istruttoria. In una è coinvolto il primo cittadino di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni e sono anche contestati reati contro la pubblica amministrazione. Non solo, la vicenda era finita anche alla corte dei conti ligure che aveva sentito i dirigenti del Comune per capire come era nata l'idea della strada.

Era emerso tra l'altro che alcuni privati avevano anche elargito delle somme per la realizzazione della strada che sarebbe passata vicino a delle case in ristrutturazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada abusiva nel parco di Portofino: sindaco a processo

GenovaToday è in caricamento