Valle Stura, riapre (a senso alternato) la strada del Turchino a Panicata

I lavori svolti sino a oggi, e non ancora conclusi, consentono di riaprire parzialmente la strada dopo i danni causati dal maltempo: riapertura il 10 febbraio

Riaprirà lunedì 10 febbraio intorno all’ora di pranzo la provinciale del Turchino all’altezza di Panicata, nell’alessandrino, uno dei punti in cui tra ottobre e novembre il terreno aveva ceduto a causa delle forti piogge.

Dopo circa 3 mesi la circolazione sulla sp 456 sembra dunque tornare lentamente alla normalità, con grande sollievo dei residenti della zona isolato da maltempo e dalla chiusura della Berté sull'A26, anche se inizialmente la strada resterà aperta a senso unico alternato.

A diffondere la notizia della riapertura è stata la provincia di Alessandria, che si è tenuta in questi mesi in contatto con la Città Metropolitana e con i sindaci delle valli Stura, Orba e Leira per comunicare l’andamento dei lavori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori non sono comunque ancora conclusi, e sarà necessaria ancora qualche settimana di lavoro per riaprire completamente la strada.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto fatale con un'auto, addio a Emanuele Bonzani

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • Trovato morto sulle alture di Sestri Ponente, lutto per Giuseppe Terramagra

  • Coronavirus, Bassetti: «Il virus sembra avere perso forza, basta con il bollettino delle 18»

  • Esplode caffettiera, 60enne gravissimo allo Scassi

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

Torna su
GenovaToday è in caricamento