Coppia stroncata su uno yacht, diretto a Ibiza

Stefano Bertona, 46 anni, e Leyla Sultangareewa, 28 anni, sono stati trovati morti a bordo di una barca, ormeggiata nel porto spagnolo di Roses. Secondo le prime ricostruzioni sarebbero stati stroncati dall'inalazione di monossido di carbonio

Stefano Bertona

Tragica fine per un broker nautico e la sua compagna, trovati morti a bordo di uno yacht, ormeggiato nel porto di Roses in Spagna. Stefano Bertona, 46 anni, e Leyla Sultangareewa, 28 anni, erano salpati il 28 maggio da Genova per fare rotta verso Ibiza.

Sabato sera Bertona, dipendente di Priority Yachts con sede alla Marina Aeroporto, ha postato su facebook un diario di bordo prima di scendere dall'imbarcazione insieme alla sua compagna, conosciuta anche come Lilu Gareeva, per recarsi a cena. Quello che è accaduto dopo è ancora al vaglio degli inquirenti spagnoli, ma pare che i due, tornati a bordo, abbiano dato vita a una nottata piuttosto movimentata.

Domenica mattina alcuni passanti hanno notato da un oblò il corpo di Stefano riverso a terra e hanno lanciato l'allarme. Quando i soccorritori hanno sfondato la porta della cabina hanno trovato i due corpi a bordo privi di vita. Per chiarire le cause dei decessi sono state disposte le autopsie.

Il quotidiano Diari de Girona sostiene che sullo yacht siano state trovate «significative quantità» di cocaina, oltre a bevande alcoliche e oggetti erotici, anche se i due sembrano essere stati stroncati dall'inalazione di monossido di carbonio, sprigionato dai motori per un guasto. Sui corpi non sono stati trovati segni di violenza.

Stefano e Lilu si frequentavano da qualche anno ed erano già stati diverse volte in vacanza insieme, come testimoniano le foto sulle rispettive pagine facebook. Ibiza era una delle loro mete preferite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento