In Liguria diminuisce la popolazione e aumentano i single

I dati statistici ufficiali contenuti nell'Annuario regionale fotografano la Liguria fino alla fine del 2011. Ne emerge una regione che ha sentito gli effetti della crisi, ma meno del resto d'Italia. Diminuisce la popolazione ma tiene l'occupazione

Genova - La popolazione ligure sta diminuendo, mentre aumentano i nuclei familiari composti da un’unica persona e spesso da un solo genitore. Tiene l’occupazione nel 2011, grazie ai servizi, ma si prefigura - nei dati relativi al 2011 - la difficoltà occupazionale vissuta nel 2012.

A margine della presentazione dell'Annuario statistico regionale - il compendio che contiene tutti i dati statistici ufficiali relativi alla Liguria nel 2011 - l’assessore regionale al bilancio, Sergio Rossetti ha commentato: «Tra le nostre priorità vi è la difesa dell’economia e del lavoro, il sostegno al turismo che nel 2011 ha tenuto, grazie alla presenza degli stranieri, e ai servizi. Servono politiche di sostegno alle donne e alle famiglia per invertire la decrescita demografica».

Partendo dai dati demografici, dai quali non si può prescindere per ogni altra valutazione, la popolazione ligure, dopo la crescita determinata dalla forte presenza di immigrati stranieri, ha fatto registrare nel 2011 una diminuzione pari a – 0,7 per mille abitanti.

Per quanto riguarda il lavoro nel 2011 vi è stato un incremento dello 0,7% della forza lavoro, conseguente all'aumento dell’occupazione dell’1%, superiore a quanto rilevato a livello nazionale (+0,4%). Ma il dato riguarda solo il terziario (+1,8%), mentre cala sia per gli addetti in agricoltura (-6,2%) sia per quelli dell’industria (-1,3%). Dati che nel secondo trimestre 2012 diventano negativi: diminuisce la forza lavoro dello 0,3% e gli occupati (-4,1%).

Nel 2011 si registra uno sviluppo positivo per le imprese artigiane, pari all'1% a livello regionale, che in provincia di Genova raggiunge l'1,6%. Diminuiscono le  imprese industriali che fanno registrare un -1,8%.
Sul fronte turistico aumenta l'arrivo degli stranieri, con un più 400.000 unità, calano invece di 65.000 i turisti italiani.

Da parte della popolazione ligure vi è una percezione negativa della situazione economica, testimoniata anche dalla spesa media per famiglia che risulta inferiore a quella del Nord Ovest. I liguri sono utenti del trasporto pubblico locale con il 46% di persone che utilizzano i mezzi pubblici contro un 28% di utilizzatori nel Nord Ovest e un 25% a livello italiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Speciale Rai su De André, piovono le critiche e il figlio Cristiano "punge" gli autori

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

Torna su
GenovaToday è in caricamento