menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sampierdarena: allontanato da casa perseguita la ex, denunciato stalker

Per tre volte la volante del commissariato Cornigliano è intervenuta presso un'abitazione di Sampierdarena su richiesta di una donna, colpita da un pugno e minacciata a più riprese dall'ex convivente. All'ennesimo intervento è scattata la denuncia

Genova - La volante del commissariato Cornigliano è intervenuta ieri sera a seguito di una lite tra conviventi in un’abitazione di Sampierdarena. La donna in particolare ha riferito di essere stata colpita con un pugno al volto dal compagno, un 32enne genovese, il quale a sua volta ha invece minimizzato il gesto, affermando che la sua intenzione era quella di allontanare da sé la donna. Quest’ultima, che al momento non presentava ferite o arrossamenti, ha rifiutato le cure mediche. Di fronte alla manifestata intenzione della donna di non proseguire la convivenza, l’uomo spontaneamente le ha consegnato le chiavi e si è allontanato dall’appartamento.

Circa due ore e mezza dopo gli agenti sono dovuti nuovamente intervenire presso la dimora della donna, perché l’uomo si era presentato alla porta e continuava insistentemente a suonare il campanello. Gli agenti lo hanno così accompagnato in ufficio, denunciandolo per il reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone. Circa un’ora dopo, al termine degli atti, l’uomo ha lasciato il commissariato.

Si è però nuovamente presentato a casa della ormai ex fidanzata e, al rifiuto di quest’ultima di farlo entrare, ha iniziato a colpire violentemente la porta con calci e pugni, danneggiandola, e a insultare la donna. Questa ha nuovamente chiamato il 113. Sul posto è intervenuta per la terza volta la volante del Commissariato Cornigliano. I poliziotti hanno trovato l’uomo che, ubriaco, si era sdraiato sulla balaustra al piano superiore per nascondersi.

Immediatamente lo hanno portato in strada, per evitare che proseguisse con gli epiteti nei confronti dell’ex e accompagnato in ufficio. La donna, dopo questo ennesimo episodio, ha deciso di formalizzare una denuncia nei confronti dell’ex convivente, raccontando gli episodi di violenza, di minaccia e gli atti persecutori subiti negli ultimi tempi e mostrando un livido allo zigomo, dovuto al colpo subito durante la lite che aveva portato al primo intervento della Polizia.

Dopo alcune ore trascorse in questura e al termine degli accertamenti, il 32enne è stato denunciato per i reati di percosse, ingiurie, minacce, atti persecutori e danneggiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento