menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perseguita l’ex moglie e le lascia polli decapitati in garage, arrestato 40enne

Finisce un incubo per una 38enne di Casarza, da mesi perseguitata dall'ex marito. Nel camper dell'uomo una mannaia e una balestra con i dardi

Finisce un incubo per una 38enne di Casarza Ligure, che per mesi ha dovuto subire le minacce e le violenze dell’ex marito 40enne che non aveva accettato la fine del matrimonio e che l’ha perseguitata arrivando addirittura a lasciarle due polli decapitati in garage.

Le persecuzioni, come ha rivelato la donna ai carabinieri nella denuncia, sono iniziate lo scorso dicembre, prima con minacce telefoniche attraverso sms, foto e messaggi vocali, poi con appostamenti, pedinamenti e maltrattamenti non soltanto nei suoi confronti, ma anche verso chi tentava di aiutarla e fornirle un luogo in cui rifugiarsi con i due figli.

A scatenare la reazione violenza dell’uomo sarebbe stato in particolare l’obbligo, stabilito dal giudice, di mantenere la moglie e i due figli minori: dopo avere raccolto le testimonianze della donna, dei familiari e degli amici, i carabinieri di Casarza Ligure hanno avuto conferma dell’indole violenta e pericolosa del 40enne e hanno depositato il fascicolo d’indagine in Procura, che nei giorni scorsi ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

I militari hanno quindi raggiunto l’uomo nella frazione di Casarza e hanno perquisito il camper in cui abita, trovandovi 25 grammi di marijuana, una mannaia e una balestra con i dardi. L’uomo è stato quindi anche denunciato  per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e porto abusivo di armi, e trasferito nel carcere di Marassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento