menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Staglieno: riscoperta la tomba del calciatore genoano Enrico Pasteur

I volontari della onlus 'Per Staglieno', che hanno fatto la scoperta, il primo Nnvembre deporranno delle coccarde rossoblù in omaggio ai dirigenti e ai giocatori della squadra scomparsi

L'associazione "Per Staglieno", che da anni s'impegna nella valorizzazione e nella tutela delle opere d'arte del cimitero monumentale, ha ritrovato la tomba di uno dei primi giocatori del Genoa quando la squadra si chiamava ancora Cricket and Football Club.

Si tratta di Enrico Pasteur, nato nel 1882 da una famiglia svizzera, parente del celebre scienziato Louis Pasteur e morto nel 1958 a Genova. Il ritrovamento è avvenuto in seguito alla pulizia del "boschetto dei protestanti".

I volontari della Onlus, il prossimo primo Novembre alle 9, renderanno omaggio ai giocatori e ai dirigenti del Genoa CFC campioni d'Italia, deponendo una coccarda rossoblu sui loro monumenti funebri.

«Enrico Pasteur giocava nel ruolo di ala sinistra - racconta Emanuela, presidente dell'associazione - ed era famoso per la sua resistenza fisica, vinse col Genoa 5 scudetti». Secondo le cronache, durante la prima Guerra mondiale, il giocatore guidò la formazione genoana nei trofei e nelle amichevoli che si svolgevano al posto del campionato, la sua carriera sportiva registra anche successi come pallanuotista e arbitro di calcio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Vaccino coronavirus, Toti: «Ritengo che da giugno si andrà senza più fasce di età»

  • Coronavirus

    Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

  • Coronavirus

    Scuole, la didattica in presenza sale all'80 per cento

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento