menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morì salvando una giovane che stava annegando. Lunedì commemorazione a Staglieno

Il maresciallo Ettore Carlà annegò in mare proprio per salvare una bagnante

Lunedì 22 agosto alle 10 al cimitero monumentale di Staglieno si terrà la commemorazione del maresciallo di pubblica sicurezza Ettore Carlà, medaglia d’oro al valore civile. 

Il maresciallo, in vacanza con la famiglia a Porto Cesareo (LE), il 22 agosto del 1977 si tuffò nelle agitate acque del mare nel tentativo di salvare una giovane che stava annegando e, dopo non poche difficoltà, riuscì a salvarle la vita mentre lui, stremato per lo sforzo, scomparve tra i flutti, sacrificando la propria vita in nome degli ideali di altruismo e umana solidarietà in cui tanto credeva. 

Alla commemorazione parteciperanno con i familiari del defunto, il cappellano della polizia di Stato don Piero Arvigo, dirigenti e funzionari della polizia di Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento