rotate-mobile
Cronaca Sestri Levante

Sestri Levante, lavori a rilento allo stadio. Il sindaco: "Adottate misure drastiche"

Solinas: "All’inizio di gennaio sono stati fatti ripetuti solleciti per un aumento delle lavorazioni, che nelle tre settimane successive, nonostante le ripetute rassicurazioni, non si è verificato. Ho personalmente domandato l’allontanamento dell’impresa dal cantiere"

Il campionato di Serie C è quasi terminato e il Sestri Levante, nonostante l'ultima sconfitta contro il Pineto, è molto vicino alla salvezza. Ha però dovuto giocare tutto l'anno lontano dallo stadio Sivori, coinvolto dai lavori di restyling che hanno subito vari rallentamenti. Nelle ultime ore il sindaco Francesco Solinas ha fatto il punto della situazione sui lavori di adeguamento ai criteri infrastrutturali, di sicurezza, funzionali e sportivi necessari per ottenere l’idoneità al campionato di calcio della Lega Italiana Calcio Professionistico. Un progetto finanziato da Regione Liguria con risorse del Fondo Strategico e dal Comune, per quasi 3 milioni di euro complessivi. 

"L'impegno dell'Amministrazione per ridurre al minimo i tempi delle procedure amministrative è stato evidente e chiaro sin dall'inizio - sottolinea il sindaco -. Infatti, si è riusciti a completare tutte le attività necessarie per l'assegnazione dei lavori, riducendo al minimo possibile le tempistiche ed evitando ritardi causati da complicazioni burocratiche". 

"Dopo l’affidamento dei lavori avvenuto a fine novembre, il consorzio aggiudicatario ha incaricato dell’esecuzione delle opere una delle imprese consorziate e questa società, nonostante la valida presentazione del suo programma di attività, durante il mese di dicembre ha lavorato con ritmi molto bassi - continua il sindaco Solinas -  All’inizio di gennaio sono stati fatti ripetuti solleciti per un aumento delle lavorazioni, che nelle tre settimane successive, nonostante le ripetute rassicurazioni, non si è verificato. A questo punto, ho personalmente domandato l’allontanamento dell’impresa dal cantiere e la sua sostituzione o l’arrivo di altre imprese. Il Consorzio, rimasto scosso dalle critiche, ha provveduto a mettere in cantiere due delle sue migliori imprese, una per le opere strutturali e l'altra per l'impiantistica elettrica. Al contempo, per parte comunale, è stato sostituito anche il direttore dei lavori il quale, per seri motivi personali, ha lasciato spazio a una nuovo professionista. È bene sottolineare che l’allontanamento dell’impresa esecutrice e il cambio della direzione dei lavori sono misure eccezionali che raramente si verificano nell’ambito degli appalti, ma in questa situazione era necessario e lo abbiamo fatto con decisione. In questa fase di contestazione all’appaltatore è stato di grande supporto l’assessore regionale Giacomo Giampedrone che ringrazio per la costante collaborazione dimostrata anche in questo momento appoggiando l’azione dell’Amministrazione, intervenendo e mettendo a disposizione i competenti uffici regionali".

Solinas poi conclude: "Le nuove imprese hanno impiegato circa una decina di giorni per organizzare il lavoro in cantiere per poi proseguire i lavori con grande impegno e convinzione, che tutt’ora stanno mantenendo. Tuttavia, la fiacchezza dell’avvio dei lavori, la mancata risposta ai primi solleciti, il tempo necessario alle nuove imprese per organizzarsi e alcuni inevitabili quanto usuali imprevisti di cantiere, hanno determinato l’attuale ritardo nel fine lavori. Si ritiene comunque che l’opera, interamente finanziata con risorse pubbliche di provenienza comunale e soprattutto regionale, verrà ultimata in tempi tali da consentire il tempestivo avvio delle attività dell’Unione e per l’ottenimento dell’omologazione sportiva".

Continua a leggere le notizie di GenovaToday, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sestri Levante, lavori a rilento allo stadio. Il sindaco: "Adottate misure drastiche"

GenovaToday è in caricamento