rotate-mobile
Cronaca Marassi

"Spinta a terra da un uomo", muore dopo tre mesi in ospedale

La donna accusata di camminare troppo piano, era stata aggredita e lasciata a terra. Poi la morte al San Martino e l'apertura dell'inchiesta

Era stata aggredita e spinta a terrra, dopo tre mesi è morta in ospedale. La procura indaga sul decesso di Graziella Trevisan, 78 anni  e residente in via Fereggiano a Marassi. L'accusa è di omicidio preterintenzionale, al momento, contro ignoti.

Lo scorso 3 maggio la vittima era finita al pronto soccorso dopo una caduta in strada e al san Martino aveva raccontato quanto accaduto in piazza Gallileo: un uomo dagli occhi chiari che non conosceva l'avrebbe buttata a terra perché camminava troppo lentamente. La donna si era rialzata e aveva fatto ritorno a casa ma davanti alla sua porta la signora delle pulizia aveva notato macchie di sangue e le borse della spesa e aveva dato l'allarme. 

I poliziotti di San Fruttuoso hanno avviato le indagini coordinate dal sostituto procuratore Daniela Pischetola. Sono state messe al setaccio le i filmati di videosorveglianza ma senza esito, la speranza ora è che si faccia avanti qualche testimone. Intanto, il pubblico magistrato ha disposto l’autopsia, affidata al medico legale Francesca Fossati. A seguire l’inchiesta adesso sono i parenti della donna, che aspettano i risultati dell’autopsia per avere a disposizione la salma e celebrare i funerali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spinta a terra da un uomo", muore dopo tre mesi in ospedale

GenovaToday è in caricamento