menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spese pazze, Siri fra le lacrime: «Comprato panettoni per i poveri»

La seduta odierna del consiglio comunale non poteva non essere influenzata dalla nuova ondata di avvisi di garanzia emessi dalla procura di Genova a carico di Raffaella Della Bianca, Luigi Morgillo, Alessio Saso e Franco Rocca e Aldo Siri

Genova - Come era prevedibile, la seduta odierna del consiglio comunale non poteva non essere influenzata dalla nuova ondata di avvisi di garanzia emessi dalla procura di Genova a carico di Raffaella Della Bianca, Luigi Morgillo, Alessio Saso e Franco Rocca e Aldo Siri nell'ambito delle cosiddette spese pazze in Regione.

 

Quest'ultimo, consigliere regionale della lista Biasotti, si è messo a piangere mentre spiegava la sua posizione ai giornalisti. Siri, destinatario come gli altri di un avviso di garanzia per peculato, sostiene di aver speso 2.630 euro di rimborsi pubblici per acquistare panettoni regalati ai poveri.

«Sono dispiaciuto - ha detto Siri - conosco tante realtà sofferenti che ho sempre cercato di aiutare con mie disponibilità economiche. Questa volta ho deciso di usare tremila euro del gruppo per comprare panettoni a metà prezzo che poi, aiutato dai miei figli, ho portato personalmente ai poveri delle parrocchie genovesi».

Anche il capogruppo del Pdl della Liguria Marco Melgrati ha commentato l'inchiesta della procura di Genova sulle spese dei gruppi. «Non si può definire spesa pazza quello che è successo in Liguria. Ci sono stati alcuni errori di poche decine di euro - spiega Melgrati - che sono ascrivibili a moltissimi consiglieri. Può capitare che nel bilancio complessivo di 600 mila euro di un gruppo ci siano 50-70 euro di errori materiali».

Infine la consigliere regionale Raffaella Della Bianca, ex Pdl, ha ribadito «la totale estraneità ai fatti contestati» nell'inchiesta sulle spese pazze. «Non ho mai fatto spese private - ha aggiunto Della Bianca - e ribadisco mai, con denaro pubblico. Riferirò ogni particolare di questa vicenda all'autorità giudiziaria».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento