Spese pazze il Regione, altri due ex consiglieri condannati

Nicola Abbundo e Matteo Marcenaro, all'epoca dei fatti appartenenti al gruppo Moderati per il Pdl, dovranno risarcire oltre 52mila euro. Così ha deciso la Corte dei Conti

Mercoledì 13 marzo 2019 i giudici della Corte dei Conti hanno condannato a risarcire oltre 52mila euro gli ex consiglieri Nicola Abbundo e Matteo Marcenaro, all'epoca dei fatti appartenenti al gruppo Moderati per il Pdl. L'inchiesta è una di quelle aperte sulle cosiddette spese pazze nel consiglio regionale della Liguria.

Ad Abbundo e Marcenaro, la Corte dei Conti contestava spese per oltre 52mila euro ritenute non riferibili all'attività istituzionale nel secondo semestre del 2008.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fra scontrini e ricevute, presentati dai due ex consiglieri, figurano bottiglie di champagne, preziosi, porcellane da collezione e altre spese analoghe. Queste secondo i giudici contabili «palesemente non possono essere riferite ad attività istituzionali», motivo per il quale hanno deciso per una sentenza di condanna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Come distinguere una vipera, e cosa fare in caso di morso

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

  • Spiagge, da sabato si apre: segnaposti e app per regolare gli accessi

  • Lutto all'Acquario di Genova, morto il delfino Teide

  • Schianto contro ambulanza, motociclista sfonda la cabina e ferisce autista e soccorritori

Torna su
GenovaToday è in caricamento